Autore Topic: perche'?  (Letto 2123 volte)

gian danilo

  • Visitatore
perche'?
« il: Aprile 04, 2014, 08:41:51 am »
SE QUESTO SITO RAPPRESENTA L'ATTIVITA' SINDACALE................ MAI VISTO UN SITO COSI......... FERMO!!!!!

rino

  • Visitatore
Re:perche'?
« Risposta #1 il: Aprile 07, 2014, 04:38:13 pm »
Possiamo fare alcune ipotesi, ad esempio:
Ipotesi impossibile: i frequentatori del forum non sanno leggere.
Ipotesi possibili :
1.i frequentatori del forum non sono interessati ai temi proposti;
2.i frequentatori del forum hanno timore ad intervenire.
Personalmente la 1. la escluderei perché i numeri sono chiari: i post sono letti da migliaia di persone!
Comunque sia , elenco di seguito alcuni “interrogativi” che dovrebbero suscitare qualche interesse:
1. Perché nel 1985 la differenza retributiva tra un ex 7° livello  ed un ex 8° livello era di 24€ e nel 2006 era già arrivata tra 28.000€ e 60.000€  ?
2. A quanto ammonta nel 2014 tale differenza e di questo passo dove arriverà tra 10 anni?
3. I soldi per finanziare tale differenza retributiva arrivano dalla Luna o può essere che in tutti questi anni ai dipendenti del comparto è stata stretta la cinghia più del dovuto ed a quelli della dirigenza meno del dovuto?
4. La politica del personale la fa solo la politica o partecipa anche la dirigenza, ed in quest’ultimo caso è lecito ipotizzare un conflitto d’interesse a favore della dirigenza e a danno del comparto?
5. Perché l’amministrazione cerca laureati tra i dipendenti che sono stati assunti in virtù del  diploma( per fargli svolgere compiti da laureati gratis o sostanzialmente gratis) e non li cerca tra i dipendenti che sono stati assunti in virtù della laurea?
6. Perché una volta il “capo ufficio” era il primo ad entrare e l’ultimo ad uscire ed ora spesso succede il contrario?
7. La riduzione delle eccessive sperequazioni nell’amministrazione dello stato , che pare il governo nazionale voglia portare avanti, dovrebbe interessare anche la Sicilia?
A me pare difficile che le centinaia di persone che probabilmente leggeranno questo post non abbiano nulla da dire su questi argomenti, il loro eventuale silenzio andrebbe seriamente analizzato.

gian danilo

  • Visitatore
Re:perche'?
« Risposta #2 il: Aprile 07, 2014, 05:27:34 pm »
sono totalmente in accordo con te..... ma queste domANDE UNA VOLTA QUESTO SINDACATO SE LE ERA POSTE MA POI?     BHU!!

rino

  • Visitatore
Re:perche'?
« Risposta #3 il: Aprile 09, 2014, 11:31:32 pm »
Il Sindacato è formato anche dagli iscritti, se gli iscritti dimostreranno di avere a cuore  certi argomenti la dirigenza del Sindacato  ne terrà conto. Se gli iscritti tacciono il Sindacato può interpretare il silenzio come un generale apprezzamento dello status quo e conseguentemente limitarsi alla gestione dell'ordinario.
Piuttosto bisognerebbe capire se le discussioni devono riguardare solo questioni circoscritte  o si può uscire senza timore dal “cerchio”  ed affrontare problematiche importanti come ad esempio il riequilibrio salariale tra comparto e dirigenza.

gian danilo

  • Visitatore
Re:perche'?
« Risposta #4 il: Aprile 11, 2014, 09:22:27 am »
Caro amico a forza di silenzi e risposte alla "carlona" da me e' rimasto solo uno di iscritto!!!! che tralaltro ha anche "paura" a chiedere e telefonare!!! mha!!

rino

  • Visitatore
Re:perche'?
« Risposta #5 il: Aprile 11, 2014, 11:32:15 pm »
Questo accenno alla paura andrebbe approfondito, perchè a volte sembra che a monte di tutta la discussione sindacale ci sia un comandamento fondamentale : "scherza coi fanti, ma lascia stare i santi".
E' come se ci fosse  il "cerchio delle questioni spicciole" all'interno del quale è lecito spostarsi come gli indiani dentro la riserva, ma se ti azzardi ad uscire dal cerchio sei guardato come un eretico.
E gli eretici finivano male.
Ad esempio, chiunque abbia diversi anni di servizio alle spalle ha visto la forbice salariale tra comparto e dirigenza allargarsi oltre ogni ragionevole misura , ciò nonostante questo tema è spesso trascurato, se ne parla in privato ma quasi mai in pubblico. Perchè?
C’è timore tra i dipendenti del comparto a porre sul tavolo della discussione qualsiasi tema che riguardi la dirigenza?
In definitiva, uscire dal "cerchio delle questioni spicciole" è rischioso o i timori sono infondati?

rino

  • Visitatore
Re:perche'?
« Risposta #6 il: Giugno 01, 2014, 08:29:49 pm »
Evidentemente uscire dal "cerchio delle minchiate" è rischioso o almeno è percepito come tale.
Oppure , ed è altrettanto grave, prevale la sfiducia, ossia per quasi tutti i dipendenti regionali  problemi come il riequilibrio salariale tra dirigenza e comparto difficilmente potranno essere risolti in ambito sindacale, per cui è inutile discuterne in un forum sindacale.
E allora restiamo dentro al cerchio dove ci hanno rinchiuso  e continuiamo a parlare di orgoglio rinato,  delle campagne di gds, dei millantatori del governo regionale, di Allons enfants de la Patrie, ecc., ecc., ecc.