Autore Topic: flessibilità in uscita regione vs stato  (Letto 848 volte)

rosario

  • Visitatore
flessibilità in uscita regione vs stato
« il: Giugno 09, 2015, 09:11:26 am »
Io continuo ad essere dell'avviso che la regione sicilia (in minuscolo perchè diversamente non potrebbe essere) non ha mai proposto un prepensionamento ma una uscita anticipata dal lavoro, infatti nella proposta manca l'incentivo al pensionamento che è fondamentale affinchè si parli di prepensionamenti. Chiunque vuole uscire anticipatamente deve pagare una penalità abbastanza elevata. I commenti finora letti in questo blog danno una sola certezza..... si tratta di una vera PORCATA.
Si vocifera che in ottobre immancabilmente il governo nazionale approverà una legge sulla flessibilità in uscita, che (considerate le 5 ipotesi finora avanzate) dovrebbe prevedere una penalità massima del 8%.
Tizio che ha presentato richiesta in luglio, per assurdo, potrebbe sentirsi dire che con la legge nazionale avrebbe ricevuto un assegno più cospicuo?
Allora domando a chi di competenza, ma non sarebbe il caso di rinunciare tutti in massa alla proposta del gatto e la volpe? O in effetti  la proposta della finanziaria sicilia è più allettante?
E se al 14 luglio nessuno avrà presentato richiesta, si potrà parlare di fallimento baccei-crocetta?