• caf_convenzionati_2016
     adesioni  email
     INKAZZATO
  • Trattative contratto all’ARAN Sicilia verso una svolta? Vedremo!
    di Segreteria Generale - (8 gennaio 2019 in Ultimissime)

    Palermo, 8 gennaio 2019  – Dopo una lunga trattativa animata da diversi “tira e molla”, sembrerebbe che – nel corso della odierna seduta presso l’Aran Sicilia – i Sindacati Autonomi del Cartello abbiano ottenuto alcuni sostanziali miglioramenti della proposta che potrebbero lasciare presagire (qualora l’Aran fosse disponibile a ulteriori modifiche irrinunciabili), MOLTO PRESTO il raggiungimento di un’intesa di massima che potrebbe portare alla firma definitiva del contratto giuridico ed economico del comparto non dirigenziale.

    Si parla di 85 euro medi mensili di aumento (al netto dell’indennità di vacanza contrattuale già percepita e che non verrà considerata), più un aumento perequativo dell’indennità di amministrazione variabile tra i 15 e i 40 euro.
    Si tratterebbe di un primo importante risultato della trattativa economica, ottenuto sulla base delle disponibilità delle somme stanziate dal governo regionale.

    A ciò dovranno aggiungersi gli arretrati relativi agli anni 2017 e 2018 che, però, saranno proporzionalmente ribassati per consentire, appunto, l’aumento massimo possibile del rateo mensile “a regime”.
    Grande affidamento poniamo anche sull’istituzione, sul piano giuridico, di un tavolo tecnico per la “RICLASSIFICAZIONE DEL PERSONALE”, nonché per l’ammodernamento, individuazione e attribuzione di tutte le indennità contrattuali. Tale strumento costituisce un elemento di novità che consentirà di percepire, appena pubblicato il contratto, gli aumenti economici, pur continuando la trattativa per un nuovo sistema classificatorio di tutto il personale regionale.

    A ciò occorre aggiungere la previsione di una PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE divisa in tre anni per tutti i dipendenti (40%+40%+20% ultimo anno), nonché progressioni verticali per il 20% dei dipendenti: su questo punto continua il braccio di ferro dal momento che i Sindacati del Cartello chiedono ampie garanzie che nessuno dei lavoratori venga escluso da questo percorso previsto dalla legislazione nazionale.

    Inoltre, le Organizzazioni del Cartello degli Autonomi hanno già chiesto di provvedere, immediatamente, alla predisposizione degli atti per l’AVVIO DEL CONTRATTO 2019-2021 E LA CONTESTUALE EROGAZIONE IN BUSTA PAGA DELL’INDENNITÀ DI VACANZA CONTRATTUALE.

    Resta, al momento, comunque, da parte del Cartello Sindacale, la volontà di non sottoscrivere fintantoché tutti i tasselli di questo puzzle non trovino la giusta collocazione e dagli intendimenti verbali si passi a fatti compiuti e concreti nell’interesse biunivoco dell’Amministrazione e dei lavoratori regionali che attendono, da oltre 12 anni, un contratto dignitoso.

    Il tavolo sarà aggiornato presumibilmente a lunedì della prossima settimana.




  • Messaggio pubblicitario

  • Messaggio pubblicitario


  • 7 risposte a “Trattative contratto all’ARAN Sicilia verso una svolta? Vedremo!”

    1. mauro scrive:

      basta con il tiro e molla e 12 anni che aspettiamo
      tutti ci hanno superato
      è una vergogna

    2. Maurizio Perez scrive:

      Buongiorno, se non vogliono dare gli aumenti a pioggia, basta inserire: previo corsi e successivi esami davanti ad una commissione.

    3. DONDIEGO scrive:

      SE VOLETE UN MIO MODESTO PARERE RIGUARDO LA NUOVA CLASSIFICAZIONE DEL PERSONALE E PER EVENTUALI INCARICHI DI RESPONSABILITA’ DI SERVIZI VI DICO COME FARE:

      1) DARE I GIUSTI MERITI AL PERSONALE D6 CHE SI E’ LAUREATO DA
      OLTRE 25 ANNI CONSEGUENDO LA VECCHIA LAUREA E I DIPLOMATI
      CHE HANNO CONSEGUITO IL DIPLOMA IN UN ISTITUTO STATALE E CHE NEL CORSO DEGLI ANNI SONO STATI SEMPRE IN PRIMA FILA AD ASSUMERSI RESPONSABILITA’ DURANTE EVENTI TELLURICI , DIREZIONI DI LAVORI, COORDINATORI E RESPONSABILI DELLA SICUREZZA E NON CERTO A GENTE CHE NON SI E’ VOLUTA NEANCHE ALZARE IL CULO DALLA SCRIVANIA O PER IMPREPARAZIONE O PER NON RISCHIARE NEANCHE UNA DENUNCIA O SEGNALAZIONE E CHE
      HANNO CONSEGUITO IL DIPLOMA IN ISTITUTI PRIVATI.

      2) DARE I GIUSTI RICONOSCIMENTI AL PERSONALE DI CATEGORIA
      C8 CON LAUREA VECCHIO ORDINAMENTO CHE HANNO PORTATO
      AVANTI MANSIONI PARTICOLARI DA SOLI. E NON A DIPLOMATI O LAUREATI ULTIMO GRIDO CIOE’ C0N DIPLOMI O LAUREE PRESE A
      ??????????, I QUALI NON SANNO NEANCHE COSA FANNO IN UFFICIO.

      3) DECLASSARE IN CATEGORIA B IL SEGUENTE PERSONALE:
      DIRIGENTI DI TERZA FASCIA CHE DAL 1988,1991 SI SONO
      LETTERALMENTE ??????? LO STIPENDIO ,ANCHE SE TANTI
      HANNO PREFERITO SCAPPARE SUBITO IN PENSIONE. E
      DECLASSARE ALLA CATEG. INFERIORE TUTTI I DIPLOMATI LAUREATI E ISTRUTTORI LAUREATI CHE HANNO CONSEGUITO LA LAUREA TRIENNALE CON I PUNTI IN REGALO.
      4) FAR PARTIRE TUTTI GLI ASSUNTI QUALI FAMILIARI DI VITTIME
      DELLA MAFIA DALLA CATEG. A – B. E NON DALLA C o D o DIRIGENTI, CHE LORO NON SONO FIGLI DELLA GALLINA BIANCA.

      SOLO COSI’ LA REGIONE SICILIA PUO’ ALZARSI E AVERE UN DOMANI
      ONESTO E PULITO E RICCO DI SPERANZA.
      DALLA CATEG. A

    4. angelo scrive:

      desidero sapere la decorrenza del contratto e la sua applicazione compresi gli arretrati. Penso dal 2016. Aspetto conferma. Grazie!

    5. Bea scrive:

      Non dimentichiamo i C8 (anche i non laureati) che hanno lavorato dal ben 32 anni in prima linea, svolgendo i compiti degli ex assistenti, ora funzionari.
      Il personale C8, con l’ultimo contratto, è stato fregato alla grande.
      Tutte le altre qualifiche (A e B) sono magicamente saltate nella nuova C (la vecchia C apparteneva all’esecutivo), senza il “costituzionale” passaggio orizzontale all’interno delle rispettive qualifiche, per cui, per fare un esempio, la A – in un solo botto – ha superato tutti i passaggi orizzontali e 2 verticali per giungere alla nuova C).
      I C8 invece, che erano C7 (il vertice della C) sono semplicemente e tristemente passati in C8 (classe economica aggiunta appositamente per loro, a mo’ di contentino, per evitare così il “COSTITUZIONALISSIMO”, naturale e automatico passaggio in D1.

    Rispondi a DONDIEGO

    *



    COBAS-CODIR Segreteria Generale -90144 Palermo, via Francesco Cilea n. 11 Tel. 091 6824399 – Fax 091 6834432 – email cobaspa@libero.itPec: segreteria.generale@pec.codir.it

    Area privata